Iniziativa “Adottalo!”

cane-in-canile-001Come fare a contribuire con il mio lavoro al problema del randagismo?

Ogni anno circa 100’000 nuovi cani vengono catturati sul territorio italiano e accolti in canili sanitari, mentre 60-70’000 gatti vengono sterilizzati dal Servizio Sanitario Nazionale e reimmessi sul territorio o affidati a gattili (Dati Ministero della Salute).

Nonostante l’Italia in questo possa essere considerato un paese all’avanguardia, grazie ad una legge sul randagismo che NON prevede il sacrificio degli animali, i nostri canili e gattili sono pieni, le Associazioni animaliste faticano a stare dietro alle possibili situazioni e molto spesso gli animali sono purtroppo reclusi a vita.

Adottare è un gesto d’amore immenso, oltre ad essere un atto di grande civiltà. I cani reclusi in canile sono di tutte le taglie e colori, di razza e meticci. Spesso hanno vissuto situazioni orribili e sono comunque tutti accumunati dalla mancanza di contatto con quello che è (o dovrebbe essere) il loro migliore amico: l’uomo.

Per questo motivo ho deciso di fare ciò che è nelle mie possibilità, per aiutare ed essere utile alle Associazioni che si occupano della gestione e recupero di cani e gatti di strada, o ai privati che hanno adottato.

Tutte le mie consulenze e le mie visite sono infatti:

  • scontate del 20% per cani e gatti di Associazioni, temporaneamente in stallo o detenuti in canile/gattile;
  • scontate del 10% per tutti i privati che hanno adottato il loro cane o gatto direttamente da un canile/gattile o da una Associazione.

Per accedere agli sconti è necessario che, al momento della prenotazione della visita, mi facciate presente la situazione e che mi alleghiate alla domanda la scannerizzazione della modulo di adozione, nella quale sia visibile il numero di microchip (se disponibile nel caso del gatto), attuale e precedente intestatario.